Miele, margine, molteplicità, mutamento e altre soddisfazioni, anticipazioni, prese di posizione e calendari

9 settembre 2021. “Mostre & Fiere” davanti ai cancelli del Fortino di Chiomonte (Valsusa). Foto di Diego Fulcheri

Domenica 5 settembre sono stata ospite della Cooperativa sociale Be Free. Prima di esibirmi con il mio Mostre & Fiere ho preso parte a una piccola tavola rotonda condotta dalla scrittrice e giornalista Barbara Bonomi Romagnoli. Prima di me è intervenuta la scrittrice e attivista per i diritti delle bambini e dei bambine trans Camilla Vivian. Qui sotto la registrazione dello scambio fra Barbara e me. Gli applausi di apertura sono ancora per Camilla (meritatissimi). Si parla di ailanto (miele di), margine, molteplicità, mutamento, Età dell’Oro (rifiuto della), fluidità, dogane (abbattimento delle). Enjoy it!

A proposito del miele di ailanto. L’altro esempio che avrei potuto fare riguarda il miele di acacia . Si tratta di un miele ampiamente commercializzato, la pianta su cui bottinano le nostre api è la Robinia pseudoacacia, la sua storia non è poi molto diversa da quella dell’ailanto, anche la robinia è stata importata da un altro continente e, come l’ailanto, nei terreni degradati dall’azione dell’uomo ha un comportamento invasivo. In Piemonte ci sono boschi interi composti a gaggia, il nome che a queste latitudini diamo all’acacia. Forse si può ristrutturare l’idea che abbiamo dell’ailanto. Io ci ho provato qui qualche anno fa. Ancora una cosa: Continua a leggere

Pubblicato in Appuntamenti, Prese di posizione | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Sei trans*? La lotta alla transfobia si fa dal basso e a partire dai bisogni

Ci sono azioni politiche che partono dal basso, con l’autorganizzazione, e che hanno per fulcro i bisogni reali delle persone. Quella che sta mettendo in piedi il gruppo informale Sei trans*? in Piemonte è senz’altro una di queste.

Gli adesivi autoprodotti da “Sei trans*?”

L’iniziativa, in un primo tempo, è volta alla raccolta di dati, testimonianze, informazioni. A questo scopo è stato elaborato un questionario (in italiano, francese, inglese, spagnolo): è liberamente accessibile sul blog seitrans.noblogs.org. A Torino e in altri centri del Piemonte e della Val d’Aosta stanno facendo la loro comparsa degli adesivi con un QR code che punta direttamente al blog. In una seconda fase sono in previsione delle azioni di pressione sulle istituzioni al fine di accrescere le risorse investite sui servizi per la salute delle persone trans, rendere universale l’accesso, snellire le code, puntare sulla formazione di nuovo personale.

Nel frattempo, Sei Trans*? ha organizzato per il prossimo 7 settembre una discussione/confronto/intorno a STAR, la recente ripubblicazione, a cura di Edizioni Minoritarie, della fanzine del collettivo statunitense Azione rivoluzionaria travestit* di strada, del quale furono fondatrici e animatrici, fra le altre, Sylvia Rivera e Marsha P. Johnson. La nuova edizione è corredata di materiale inedito. Se ne parlerà con l’editrice e attivista trans/femminista Antonia Caruso e la traduttrice femminista e pornoattivista Valentine aka Fluida Wolf in una disposizione seminariale e di confronto più che di presentazione frontale. Qui il link all’evento, che si svolgerà presso la Libreria Nora Book & Coffee di Torino.

Pubblicato in Comunicazioni | Contrassegnato , | Lascia un commento

Il green pass è brown. Breve commento a botta calda da questo 1° settembre 2021

La merda in effetti può essere di tanti colori. Divertiti a colorarla del colore più appropriato al momento.

Sono una lavoratrice precaria, bibliotecaria esternalizzata, presso l’Università degli Studi di Torino. Stamattina all’entrata del Campus Einaudi il varco è più stretto del consueto, ha tutto l’aspetto di un posto di blocco. Mi attende una lavoratrice esternalizzata di un’altra cooperativa che si occupa dei servizi di sorveglianza e portineria. Sembra imbarazzata.
– Buongiorno.
– Buongiorno.
Un silenzio troppo lungo. Lei deglutisce e chiede:
–  Ha il green pass?
La seconda dose di vaccino l’ho fatta ieri, non ho ancora ricevuto il codice per scaricarlo. Le dico che però ho il certificato vaccinale che mi hanno rilasciato in ambulatorio.
– Non basta. Si entra solo con il green pass o con il tampone.
– >Ma se il ministero non mi manda il codice per scaricarlo…
La tizia chiama un collega al quale rispiego tutto. La conclusione è:
– Non può entrare.
– Senta, io sono una lavoratrice esternalizzata e non sono tenuta a mostrare un bel niente. In più sono pure vaccinata, mica è colpa mia se non ho il green pass.
– Noi abbiamo ricevuto queste disposizioni dall’università.
– Io entro lo stesso.
– Ah, vuole proprio entrare?
– Sì.
– Allora devo prendere le sue generalità.

A metà settembre avrò la terza udienza del processo per il mio cambio anagrafico. Nessuno mi garantisce che sarà l’ultima. Ho iniziato il mio percorso di transizione più di tre anni fa, ma ancora non mi è stato concesso di cambiare i documenti. Una situazione che già in tempi “normali” dà luogo ad outing continui. Adesso si aggiunge questa menata del green pass. Il tipo legge ad alta voce il nome maschile segnato sul mio certificato vaccinale e solo allora mi fa segno di entrare.
Viviamo in una società iperburocratizzata. A ogni varco ci vuole un lasciapassare. Continua a leggere

Pubblicato in Prese di posizione | Contrassegnato | 3 commenti

Le esibizioni di agosto/settembre e un’obliqua anticipazione

Te lo dice pure Gandalf il brillante: Le persone trans non hanno necessità di passare!”

L’ho scritto alla nausea. Sono impegnata nella stesura di un libro che potrebbe chiamarsi Senza titolo di viaggio e vedere la luce nel tardo autunno. Sono molto grata a chi me le ha proposte, ma purtroppo sono stata costretta a dirottare tutte le date che mi sono state proposte nelle scorse settimane sul mese di ottobre. Ho fatto eccezione solo per quelle programmate da tempo. Eccole:

 

in tutte e quattro le occasioni porto in scena Mostre & Fiere

In questi mesi, dopo l’infame sgombero del presidio di San Didero, Continua a leggere

Pubblicato in Appuntamenti | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Avere le carte in regola. Una considerazione e tre segnalazioni

Fine luglio 2021. Murazzi del Po. Sullo sfondo gli stencil di NUDM Torino. Foto di Daniela Sala

Oggi il mio spettacolo La punk spiegata alla nonna fa tre anni dal suo debutto, negli anni scorsi avevo celebrato il completamento delle sue rivoluzioni solari (qui e qui). Quest’anno mi limito a esprimere la soddisfazione per il fatto che sembra non patire il passare del tempo, che ancora ci sono persone che me lo chiedono e non escludo di portarlo ancora in giro. (Qui le indicazioni per leggerne il testo)

Attualmente però sono in full immersion nella scrittura di questo libro che probabilmente si chiamerà Senza titolo di viaggio e potrebbe vedere la luce nella seconda metà di novembre. Interromperò la clausura solo per onorare impegni già presi tempo fa a Brescia, Mantova, Roma. Sto dirottando tutte le altre date di Mostre & Fiere al mese di ottobre.

Una breve considerazione: Senza titolo di viaggio è un’espressione che sembra anche descrivere la situazione attuale del paese. Il governo ci chiede di avere le carte in regola, di adeguare i nostri comportamenti, di perfezionare le nostri posizioni, pena l’impossibilità di muoversi, di incontrarsi, di partecipare alla vita collettiva. Continua a leggere

Pubblicato in Appuntamenti, Considerazioni | Contrassegnato , , , | Lascia un commento